martedì, gennaio 31, 2006


BREAKING NEWS
Di Johnnie To - Hong Kong 2004


Una banda di rapinatori viene filmata durante la fuga e con loro anche un poliziotto che, per non venire ucciso, chiederà pietà: la notizia getterà il corpo di polizia in cattiva luce. Individuato il covo dei malviventi, assieme ai poliziotti verranno chiamati anche i giornalisti; seguirà una battaglia mediatica tra i rapinatori e la polizia.
Johnnie To ritorna ad atmosfere a lui più congeniali e lo fa con classe. Dopo un iniziale piano sequenza che lascia sbalorditi, il regista non perde il ritmo e grazie a dialoghi frammentati e scene asciutte si getta a capofitto sull' azione. Spari ed inseguimenti si fondono con i montaggi delle immagini da dare in pasto al pubblico a casa, tutto in un turbine così frenetico che le scene di quiete ( bellissima quella della cena preparata dal killer e dal rapinatore ) vengono accolte con sollievo dallo spettatore. Gli attori si muovono benissimo dentro personaggi a tutto tondo e capaci di essere credibili in ogni momento, la fotografia, slavata, è perfetta e le musiche si fondono con nonchalance all' azione. Ma quello che piace di To è la fatalità con cui vivono tutti i suoi personaggi che, consci della loro fine, daranno il via ad uno scambio di favori che porterà ad un finale romantico e disperato. To dimostra ancora una volta come sia facile per lui saper tenere lo spettatore incollato alla sedia, ed è proprio per questo che gli si possono perdonare un paio di sbavature. Presentato fuori concorso a Cannes.

3 Comments:

Anonymous smizzo said...

che cicciata di film! ottima scelta bumm. io proporrei uno scambio "culturale", noi gli mandiamo i vanzina (a parametro zero e a tempo indeterminato) e loro ci mandano to, hark e compagnia bella. zaludi

3:50 PM  
Anonymous bonekamp said...

a parte il piano sequenza iniziale bn rientra in una normalità quasi banale

7:34 PM  
Anonymous schegge said...

Scene da manuale per le coreografie di Johnnie To, disegnate con riprese coreografiche lungo la Hong Kong dei crimini e delle sparatorie. L' inizio è già pronto ad introdurci nella visione di questo BREAKING NEWS, schivando pallottole di continuo, giungendo al nocciolo del film ovvero la critica ai mass media, tra la polizia che deve recuperare la stima e una banda circondata in un palazzo. Split screen perfetti, montaggio serrato, tutto ci mette in condizione di assistere in prima fila all' eterna lotta tra bene e male, insinuando dubbi sulle fazioni, lasciando certezze sul talento del maestro.

11:22 AM  

Posta un commento

<< Home