giovedì, marzo 02, 2006


DRIVE
Di Sabu Tanaka - Giappone 2002

Un impiegato puntiglioso che soffre di frequenti emicranie, un giorno si vede piombare in auto tre rapinatori alla ricerca del loro socio, scappato con il malloppo. I tre sventurati non sanno però che il protagonista, anche nei momenti di crisi, non supera mai i limiti di velocità....
Sabu, con uno spunto interessante, indaga sulla casualità della vita usando quattro sbandati: un ex monaco, un giovane ribelle, un uomo sposato e un impiegato frustrato. Gli elementi per un film intrigante ci sono tutti e l' inizio scoppiettante fa presagire un buon ritmo, ma ben presto ci si accorge che non è così. Dopo i primi divertentissimi minuti, la regia perde improvvisamente la mano e si dilunga troppo in siparietti annoiando lo spettatore; a nulla servono le sequenze oniriche inserite quasi a casaccio e si arriva alla fine a fatica. Peccato, perchè alcune scene ( quella del ristorante su tutte ) sono interessanti, ma non viene sfruttato appieno il conflitto tra le idee dei protagonisti ( tutto è scritto ) e il vero corso del destino. Qua da noi doppiato in modo atroce.

1 Comments:

Anonymous FrancoG said...

concordo completamente!
non lo conoscevo, ho visto il dvd per caso e non ho saputo resistere. una trama così assurda mi ha "obbligato" a comprarlo...
non sono comunque pentito dell'acquisto, la scena del ristorante è da culto!

[ottimo blog, pieno di informazioni interessanti, grazie!]

10:38 AM  

Posta un commento

<< Home