giovedì, aprile 06, 2006


RETURNER

Di Takashi Yamazaki - Giappone 2002

Una ragazzina, Milly, viene dal futuro per uccidere il primo alieno che atterrerà sulla terra, reo di causare, con la sua venuta, una guerra che distruggerà il genere umano. Troverà come aiutante forzato Miyamoto, pistolero moderno cresciuto con uno scopo: vendicare la morte del suo amico, ucciso da uno spietato yakuza...
Film ad alto budget che guarda ad occidente, Returner non ha storia. Già dalla trama si intravede l' ombra di Terminator, ma Yamazaki ci ride sopra e riempie il film con citazioni da Pretty Woman, 1997 Fuga da New York, Matrix, ET, Mission Impossible 2, il tutto con una sfacciataggine ed una freschezza che tutto sommato non disturba, anzi. Kaneshiro, non sapendo bene cosa fare, gigioneggia per tutto il tempo, accompagnato da una Suzuki in perenne smorfietta e da un villain, Goro, simpatica macchietta come nei migliori films di Wong Jing. Certo, il film in sè è del tutto trascurabile, con le sue facilonerie e la massiccia dose di computer grafica, ma riesce comunque a divertire, sempre che lo spettatore non si aspetti nulla se non una pellicola che dice tutto già dalle prime battute. Le scene d' azione sono comunque girate bene, e il tutto non manca di ritmo, sebbene Takashi perda la mano nelle scene melò, esagerate e completamente fuori tono in un contesto farsesco come questo. Un filmetto tutto sommato divertente, che non si prende troppo sul serio e che riesce a riservare, nel finale, pure una piccola sorpresa. Qua da noi direttamente in home video con un doppiaggio niente male.

1 Comments:

Anonymous dcql said...

Ma sei l'avamposto numero uno del cinema orientale!

11:35 PM  

Posta un commento

<< Home