venerdì, marzo 24, 2006


SAVE THE GREEN PLANET
Di Jang Jun - hwan - Corea del Sud 2003

Lee Byung - goo, apicoltore senza qualche rotella, è convinto che gli alineni siano tra di noi e che il capo supremo sia Kang Man - shik, potente industriale. Rapitolo, lo porta a casa sua dove, tra torture varie, cercherà di scoprire se è veramente un essere da un altro pianeta...
Film estremamente affascinante condito di tutti quei tocchi e di cambi di registro spiazzanti che hanno fatto la fortuna del cinema coreano. Il regista, alla sua prima opera, gestisce un budget elevato e non delude, costruendo un film completo e a tutto tondo dove lo spettatore non riesce a trovare un appiglio al vortice di situazioni che gli si parano davanti agli occhi: si ride, si pensa, ci si disgusta, si chiudono gli occhi, si raprono per ridere di nuovo e di nuovo ci si stupisce del tono drammatico creatosi in tre sequenze per poi ridere ancora e ancora si viene spiazzati. Con una serie di citazioni intelligenti e sarcastiche ( arrivando a rileggere pure Kubrik ) le due ore scivolano via fino al finale che non arriva, ma che continua a mutare grazie a colpi di scena continui e sempre azzeccati. Alla fine, poi, scorrono i titoli di coda e già si pensa a quando si potrà trovare tempo per rivedere questo piccolo gioiello, ovviamente snobbato dai nostri distributori, compiaciuti magari di aver scoperto ( in ritardo )
Park Chan-wook e pensando così di essere a posto con la coscienza. Grande prova di Shin Ha - kyun, già apprezzato attore in Sympathy for Mr. Vengeance.

1 Comments:

Blogger ivan63 said...

la finiamo con 'sti music gialli?!?
:)

12:51 PM  

Posta un commento

<< Home