venerdì, dicembre 15, 2006


SURVIVE STYLE 5+
Di Gen Sekiguchi - Giappone 2004

Tra Natale e Capodanno, si intrecciano 5 storie: un killer inglese a Tokyo per lavoro, un padre di famiglia ipnotizzato che crede di essere un uccello, una pubblicitaria pazza, tre topi di appartamento in cerca della loro omosessualità, un uomo che uccide in continuazione la propria donna, che puntualmente torna in vita per tormentarlo. Quando arriverà l' anno nuovo però, alcune cose cambieranno...
Gen viene dagli spot, lo si capisce dopo cinque minuti: scenografie ricercate e pompose, colori sfarzosi, un autocompiacimento nel mettere in scena le proprie idee quasi imbarazzante. Il film è divertente, comunque ben girato, strappa risate grazie ad una galleria di personaggi non nuovi ma funzionali, ma si ha l' impressione che il tutto sia più studiato che sentito veramente. Dopo una prima parte delirante infatti, la pellicola si arena sul già visto e il regista non regge le due ore di durata; sarà per il saturamento visivo a cui si è sottoposti, che stanca dopo metà film, o forse per la discutibile scelta di portare il tutto a delle conclusioni troppo standardizzate, con redenzioni all' ultimo minuto, parti drammatiche telefonate e un finale sulle note di I Will Survive che sa troppo di piacione. Peccato, sopratutto perchè il film si era posto, all' inizio, ben altri scopi. Un calderone di dialoghi forzati, personaggi ultraviolenti ed estetica pop non sono sufficienti a reggere una tale mole di tempo, e il film si riduce ad essere paradigma di un cinema che non ha proprio nulla da dire.


4 Comments:

Anonymous Anonimo said...

sembra interessante...

tu hai visto kyashan - la rinascita? io l'ho visto e trovo che sia visivamente stupendo ma con una trama un po' complessa...attendo una tua recensione!

9:04 PM  
Anonymous Valido said...

Miseria ladra non si può avere l'idea del secolo (Vinnie Jones in un film giappo) e farne uscire un film mediocre! Non si può! Sai che ti dico? Non ci credo.

11:55 PM  
Blogger Torakiki said...

@ Angelo: Appena lo trovo lo prenderò, anche perchè Kyashan lo guardicchiavo una volta!

@ Valido: Eh, lo so. Vinnie avrebbe potuto funzionare, però il suo personaggio è veramente troppo ripetitivo. Dagli un' occhiata, poi sappimi dire!

7:47 AM  
Anonymous cirpo said...

poareto, teo ghè tratà proprio mae sto filmeto!
non è un granché, ma nel complesso è guardabile senza troppe pretese.
una commedia dai toni pulpeggianti e dalla risata facile.

non me la sentirei di stroncarlo. ma dopotutto il blog è tuo quindi so cazzi tua de quello che ce scrivi, quindi smetto di sditeggiare come una scimmia su una tastiera e ti saluto

12:51 AM  

Posta un commento

<< Home