mercoledì, febbraio 15, 2006


ANTOHER MELTDOWN
Di Allun Lam - Hong Kong 1998


Cosa si può salvare da un film che ha personaggi bidimensionali, una trama sviluppata in modo raccapricciante, una fotografia pessima, una regia acquosa e scene d' azione abusate e girate male? Allun Lam non sa cosa farsene dei ( pochi ) mezzi messigli a disposizione e gira un filmetto senza capo nè coda, dove un poliziotto esiliato a Lavernia deve sventare un complotto ordito da un pazzo giapponese, aiutato da un gruppo di cinesi, laverniani e italiani. Le sottotrame e i colpi di scena non hanno spessore, i voltafaccia fanno solo ridere, la sceneggiatura perde colpi dopo i primi venti minuti e le risate involontarie giungono a manciate. Doppiato malissimo è giunto da noi con il titolo di Meltdown 2.

1 Comments:

Anonymous Pancio said...

E vero, era una cazzata madornele...bisogna anche aggiungere che chi avesse la malaugurata sfortuna di vederlo, dovrebbe farlo mettendo la lingua italiana. Alla comicità intrinseca del film se ne verrebbe ad aggiungere un'altra (del tutto demenziale) data dai personaggi doppiati con improbabili e forti accenti regionali.

12:47 PM  

Posta un commento

<< Home