lunedì, giugno 19, 2006


BATTLE ROYALE

Di Kinji Fukasaku - Giappone 2000

In una società al collasso, per fermare la dilagante ondata di delinquenza giovanile, viene istruito il Battle Royale, gioco al massacro per giovani delinquenti. A caso, una classe viene spedita per tre giorni in un' isola deserta, dove gli alunni dovranno uccidersi tra loro fino a quando non ne rimarrà uno solo. Per la mattanza, verranno date loro delle armi, le quali spaziano dal coltello al veleno fino al mitragliatore...
Film - scalpore, tanto da scomodare l' allora primo ministro per evitare l' uscita in sala, questo Battle Royale non a caso è stato un caso anche all' estero ( tanto da far urlare di gioia registi come quello di Kill Bill ). Violento, cinico oltre misura, cupo quanto basta per divertire e far riflettere su una società ( quella giapponese in particolare, ma la critica può tranquillamente essere esportabile ) che non solo non ce la fa più, ma spettacolarizza il suo fallimento con litri di sangue, che il pubblico apprezza e con il quale si quieta. Registicamente parlando il film si regge molto bene: teso, a sprazzi onirico, senza sosta e con personaggi comunque credibili e ai quali ci si affeziona, soffre forse un pò per alcune scene melò ( con tanto di dichiarazioni d' amore condite con emoglobina e fori nello stomaco ) alle quali fa da contrappeso con altre scene di rara tensione e perfette nel ricreare un incubo ad occhi aperti ( l' inutile strage al faro, fantastica! ). Da vedere. Partecipazione straordinaria di Beat Takeshi Kitano nella parte del professore sadico. Con un seguito, cominciato dal regista ma, a causa della sua morte prematura, finito dal figlio.

4 Comments:

Anonymous kekkoz said...

un capolavoro.

tristezza delle tristezze, dubito che uscirà mai da noi.

2:01 PM  
Anonymous Coscablog said...

A Coscablog piace il cinema orientale. Bravo, bel blog

12:31 AM  
Anonymous FrancoG said...

film imperdibile, assolutamente da vedere, per gli amanti dei film cattivi.
interessante anche il merchandising che ha generato...
http://www.tokyobabyloncosplay.com/gadgbatt.htm

11:06 AM  
Anonymous Pancio said...

Molto meglio del fumetto da cui è tratto, colpevole di voler "tirare per le lunghe" una storia che poteva bennissimo essere conclusa in pochi numeri (e non in una ventina!). Da vedere!

12:52 PM  

Posta un commento

<< Home