giovedì, febbraio 15, 2007


WHEELS ON MEALS
Di Sammo Hung - Hong Kong 1984

Sammo è un detective privato assunto per trovare una donna, in realtà una ricca ereditiera inseguita da criminali senza scrupoli. Quello che Sammo non sa, è che la donna in questione si finge una prostituta per derubare i clienti e che si è nascosta dai suoi due amici, Jackie e Biao, venditori ambulanti ed esperti di arti marziali...
Dopo il successo del trio nel pregevole Project A, Sammo prende i suoi due amici e li porta in Spagna, assume Lola Former ( a quanto pare l' unica attrice occidentale conosciuta dai nostri!?! ) e tenta di nuovo il colpaccio della commediola con spruzzata d' azione. Il film, diciamocelo, non è un granchè: annoia presto, la trama è sfilacciata come al solito e l' azione latita. I due villain occidentali, Urquidez e Vitali, sono invece grandiosi, complici dei combattimenti uno contro uno più memorabili del trio, con la sfida finale Urquidez / Jackie coreografata come meglio non si può. Il resto... bè... è anni ottanta: nel vestiario, nelle musiche, nel ritmo e nella costruzione, siete quindi avverititi. Un film tutto sommato evitabile, nella filmografia dei nostri, da recuperare se li avete tutti e vi manca proprio quel combattimento. Il titolo, che in origine doveva essere Meals on Wheels, è stato cambiato perchè il regista credeva che i titoli che iniziano per M portassero sfortuna. Grande successo in patria. Jackie per il suo Armour of God riutilizzerà alcuni mezzi e diverse inquadrature scartate da questa pellicola. Qua da noi con un doppiaggio vecchio, bolso e addirittura distribuito con due titoli diversi: Il mistero del conte Lobos o Cena a sorpresa.


4 Comments:

Blogger Angelo said...

Non ricordo di aver visto film diretti da sammo hung...me lo ricordo come attore in alcune pellicole di cui non ricordo il titolo (tipo una dove c'era un combattimento in un luna park) e basta.

ah tora hai una mail dove posso contattarti?
la mia la trovi nel mio profilo. :)

6:42 PM  
Anonymous Rob said...

I primi minuti di film sono molto incisivi, tutti azione e esibizioni performative del buon jackie, il problema è che poco dopo Summo si vuole mettere a fare il comico ed ecco che l'azione passa in secondo piano in favore di siparietti che fanno semplicemente cadere le braccia. Però, come hai detto, i duelli finali sono quanto di meglio possa vedersi in un film di kung fu.

Ciaoo Rob

1:26 AM  
Blogger Christian said...

Io me lo ricordo con piacere. E' vero che la parte migliore del film sono i combattimenti (specie quello finale con Urquidez), ma francamente ho riso di gusto anche alle gag comiche... sarà che sono di bocca buona, oppure che Sammo mi è particolarmente simpatico...

11:08 AM  
Anonymous Jewell said...

Keep up the good work.

12:57 PM  

Posta un commento

<< Home